Pagine

Diavolo che scrive al pc

Diavolo che scrive al pc
Tic tic tic tic tic tic

martedì 16 dicembre 2014

ORA BASTA!!!


Quindi fatemi capire.
La Corte Suprema Indiana nell'udienza di ieri ha respinto le richieste congiunte di Massimiliano Latorre di un prolungamento di quattro mesi del suo soggiorno in Italia e di Salvatore Girone di un ritorno qui di tre mesi per trascorrere in famiglia le vacanze natalizie?
Perché "l'inchiesta non è ancora finita" e "i capi d'accusa non sono stati ancora presentati"?
Cioè usando una motivazione che, dopo tre anni di seghe istruttorie a vuoto, dovrebbe essere proprio la ragione per cui i nostri due fucilieri dovrebbero essere in Italia già da tempo???
Ma una ragione elementare, pacifica, evidente???
Di più, la Corte avrebbe aggiunto che "Anche le vittime hanno i loro diritti"???
Ma cos'è, ci prendono pure in giro questi marajà???

Renzi, ORA BASTA!!!
Dal momento della venuta in Italia di Massimiliano Latorre siamo stati zitti fino ad ora, so per certo che da parte della diplomazia si è imposto sulla vicenda un velo di silenzio per lavorare al caso in santa pace, ai giornali, ai politici, alla famiglia e allo stesso militare, tanto che io stesso nel mio piccolo mi sono a forza imposto di non parlarne, ma ora basta!!!
ORA BASTA!!!
Renzi, ma lo sai cosa significa il concetto di DIGNITA' e ONORE di un Paese???
Vogliamo ancora stare qui a titillarci il gingillo o finalmente abbiamo deciso che questa farsa DEVE FINIRE???



Abbiamo sopportato cristianamente finora, ci siamo fatti prendere a pesci in faccia sin dall'inizio, sono passati invano tre governi e siamo ancora a caro compare...
COMINCIAMO A DIRE CHE LATORRE RESTA QUI, E CHE DA QUESTO MOMENTO IN POI GIRONE VERRA' CONSIDERATO PRIGIONERO DI GUERRA, CON TUTTO IL DIRITTO DI POTERSI LIBERARE, IN QUALSIASI MODO E CON QUALSIASI MEZZO IN CONFORMITA' DI QUANTO CONCESSO DALLE CONVENZIONI INTERNAZIONALI.
COMINCIAMO A DIRE CHE ORA IL GOVERNO INDIANO SI ASSUME TUTTA LA RESPONSABILITA' PER L'INCOLUMITA' FISICA DI SALVATORE GIRONE, E QUALUNQUE COSA ACCADA  A SUO DANNO DA ORA IN POI, DI QUALSIASI TIPO, SARA' RITENUTA UN ATTO GRAVE CONTRO LO STESSO STATO ITALIANO, CON TUTTE LE CONSEGUENZE DEL CASO.
COMINCIAMO COL DIRE CHE LO STATO ITALIANO DA QUESTO MOMENTO IN POI SI RITIENE LIBERO DI ADOTTARE TUTTE LE MISURE CHE RITENGA OPPORTUNE PER PORTARE ALLA LIBERAZIONE DELL'OSTAGGIO, CHE' TALE DEVE ESSERE RITENUTO, NESSUNA ESCLUSA!!!
FACCIAMO RIENTRARE IN PATRIA IL NOSTRO AMBASCIATORE E ESPELLIAMO COME PERSONA NON GRATA QUELLO INDIANO, INVITANDO TUTTI GLI ITALIANI IVI PRESENTI A LASCIARE L'INDIA PER EVITARE RITORSIONI DI QUALSIASI TIPO (DI CUI VERRA' COMUNQUE RITENUTO PIENAMENTE RESPONSABILE LO STESSO STATO INDIANO).
(E pazienza se Del Piero, Materazzi, Cirillo, Nesta dovranno andarsene via, tanto quel campionatucolo di calcio di serie Z sta finendo...)
AH, COMINCIAMO ANCHE A VERIFICARE UNA PER UNA TUTTE LE SINGOLE SITUAZIONI DI OGNI SINGOLO INDIANO PRESENTE NEL PAESE, AD ESPELLERE TUTTI COLORO CHE PER LEGGE DEVONO ESSERE ESPULSI, A SEQUESTRARE TUTTI I CONTI CORRENTI E I BENI CHE PER LEGGE DEVONO ESSERE SEQUESTRATI, A METTERE IN GALERA TUTTI COLORO CHE DEVONO ANDARE IN GALERA.

2 commenti:

  1. Rispondo alla domanda..."Ma cos'è, ci prendono pure in giro questi marajà???". Se c'è una cosa certa in tutta la vicenda è proprio questa: ci stanno prendendo in giro. Ma non è tutta colpa loro. Perché ci sia una presa in giro ci deve essere chi prende in giro e chi SI LASCIA prendere in giro. Purtroppo di questi tempi prendere in giro l'Italia è facile come sparare contro la croce rossa....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come hai ragione, amico mio, come hai ragione...
      Purtroppo...

      Elimina